Vedi tutti gli eventi

Campagna di esplorazione oceanografica nelle zone profonde RAMOGE: seconda edizione
martedì 18 settembre 2018

Lunedi 17 settembre 2018 : imbarco del team scientifico sulla nave oceanografica "Atalante"

Dopo una prima campagna svolta nel 2015 a bordo della nave scientifica italiana Astrea, di proprietà dell’ISPRA[1], spetta ora alla delegazione francese noleggiare una nave oceanografica dell’IFREMER, l'Atalante, dotata di un ROV[2] in grado di raggiungere i 6000 m di profondità per esplorare le zone profonde poco conosciute e ancora inesplorate, che i membri del gruppo di lavoro RAMOGE hanno considerato di interesse ecologico in base ai criteri definiti dalla Convenzione sulla Biodiversità.

Lunedì 17 settembre, lo staff scientifico composto da 20 esperti degli ambienti marini provenienti da istituti scientifici[3] dei tre paesi si imbarcheranno a bordo dell'Atalante per approfondire la conoscenza di questi habitat profondi, sia a livello di specie che di eventuali pressioni antropiche presenti (dovute, in particolare, all’accumulo dei rifiuti).

In base alle condizioni metereologiche, la nave procederà all’esplorazione di una decina di zone nei tre paesi firmatari dell’Accordo (cfr. mappa).

 

 

Per ogni zona oggetto di esplorazione verranno realizzati:

  • una cartografia batimetrica della zona;
  • un’analisi puntuale degli habitat, delle specie protette e commerciali, degli ecosistemi e delle pressioni antropiche presenti;
  • un campionamento delle specie che richiedono una conferma a livello tassonomico;
  • prelievi di rifiuti e sedimenti.

 

Queste osservazioni saranno utilizzate per alimentare le analisi necessarie all’applicazione delle diverse direttive europee quali la Direttiva quadro sulla strategia per l’ambiente marino o la Direttiva habitat, fauna e flora.

I dati raccolti sullo stato in cui versano gli habitat e la biodiversità e sulle pressioni antropiche presenti permetteranno di raccomandare alcune misure di conservazione.

Questa campagna rappresenta un’importante iniziativa di cooperazione coordinata tra paesi transfrontalieri, che permetterà di raccogliere dati coerenti tra i tre paesi dell’Accordo RAMOGE. Si tratta quindi di un passo fondamentale per creare una base di conoscenze condivise, indispensabili per definire soluzioni comuni in termini di gestione.

 



[1] ISPRA: Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.

 

[2] ROV: remotely operated vehicle, piccolo robot sottomarino controllato a distanza.

[3] I 9 istituti scientifici che partecipano alla campagna sono l’ISPRA (IT), l’UNIGE (IT), l’AFB (FR), il CPIE (FR), il Gis Posidonie (FR), l’IFREMER (FR), l’MNHN (FR), il CSM (MC) e il DE (MC).